#M5S:I numeri della #Rendicontazione #Europee2014 non tornano,#Sapevatelo

Come ben sappiamo da mesi si attende che il Presidente/tesoriere del M5S Beppe Grillo pubblichi le rendicontazioni delle spese sostenute per la campagna elettorale delle Europee 2014 del maggio scorso e per l’evento al Circo Massimo (non che abbiano chissà che valore).

Finalmente vengono pubblicate quelle delle Europee 2014

grillo

Il M5S per le Europee 2014 avrebbe raccolto 597.253,31 euro da 15.757 donatori e ne avrebbe spesi 443.939,66.

Qualcosa non torna però.

Il 25 settembre 2014 la pagina raccolta fondi per le Europee sul blog di Beppe Grillo dichiarava di aver raccolto 436.357,19 euro da 15.753 donatori.

obbiettivo1milione

Come è possibile che da settembre ad oggi i fondi siano aumentati di 160.896,12 euro a fronte di soli 4 donatori in più?

Vorrebbe dire che,mediamente,i 4 donatori avrebbero donato 40.200 euro circa a testa,peccato che donazioni così sostanziose non compaiano nell’elenco dei donatori e le donazioni più alte riportate si fermino a 500 euro.

Va detto che Grillo o chi per lui pubblica i nominativi e gli importi della donazione sostenuta solo di chi ha rilasciato il consenso alla pubblicazione ma la sostanza non cambia,se i dati sono reali significa che 4 donatori “occulti” hanno finanziato il M5S per decine di migliaia di euro e a noi non è dato sapere di chi si tratti,alla faccia della trasparenza.

La pagina sul Blog di Grillo che conteggiava le donazioni per le Europee 2014 da cui presi lo screenshot il 25 settembre sopra riportato è attualmente non raggiungibile e si può accedere solo a quella del rendiconto.

non raggiungibile

Da notare inoltre un’altra incongruenza,già precedentemente avvenuta e di cui parlammo qui:

In principio alla base fu dichiarato che ciò che non sarebbe stato utilizzato per la campagna elettorale  delle Europee sarebbe stato destinato ad un progetto deciso dalle rete.

Rimanenze

“Ogni spesa sarà rendicontata e gli iscritti al MoVimento decideranno come destinare l’eventuale residuo.”

Successivamente durante la raccolta fondi per Italia 5 stelle,senza interpellare la base ed i donatori, fu dichiarato che “* Il residuo dei fondi raccolti per la campagna delle elezioni europee 2014 è stato interamente devoluto per finanziare l’evento Italia5Stelle.”

residuoeuropee

Ma dalle ultime dichiarazioni di Grillo si sa che “Il fondo residuo di 153.314 euro sarà devoluto al comitato per la gestione del referendum noeuro, uno dei 7 punti del M5S presentati agli italiani in occasione delle elezioni europee.”

Ma come,ma se il residuo delle donazioni delle Europee 2014 è andato a Italia 5 stelle cosa stanno destinando ora al comitato per la gestione del referendum no euro?

Insomma la gestione dei soldi da parte del MoVImento non è particolarmente trasparente,anzi.

In questa rendicontazione ci vengono forniti numeri che cozzano con quelli precedentemente rilevati,a meno che veramente non esistano 4 sconosciuti donatori che hanno sborsato migliaia di euro da settembre ad oggi.

C’è poco da ironizzare sulla cena del Premier Renzi come fa Grillo spalleggiato dai Parlamentari 5 stelle e vantarsi di trasparenza,questa NON è trasparenza,questi paiono numeri dati a caso.

Rimaniamo in attesa della rendicontazione di Italia 5 stelle,l’iniziativa in cui sarebbe finiti i soldi ora destinati al comitato per il Referendum sull’euro (che sarebbe meglio chiamare referendum contro l’euro).

Chissà se qualcuno riuscirà a spiegarci concretamente come stanno le cose.

Forse trasparenza imporrebbe che il Presidente/tesoriere del M5S Giuseppe Grillo pubblicasse dei bilanci seri con entrate ed uscite ma si sa che l’onestà non va di moda.

Annunci

#M5S,dimissioni #Currò:la #MacchinadelFango lavora.#TiRendiConto è un’arma della #CasaleggioAssociati?

Durante il suo intervento in Aula Tommaso Currò ha annunciato le sue dimissioni dal M5S che perde quindi un altro Deputato. (qui il video,dal min 0.55 https://www.youtube.com/watch?v=ORUHQm4yv-s)

Come era facilmente prevedibile la macchina del fango targata 5 stelle si è immediatamente messa in moto.

Incomincia Danilo Toninelli spalleggiato da Vito Crimi con insinuazioni circa l’operato dell’ormai ex collega

ToninelliCrimi

Ha appena lasciato il M5S un certo Curró. Di lui ricordo solo una marchetta alla Stabilità che dava soldi al parco naturale della sua città.”

Proseguiamo con il deputato De Lorenzis che si spinge oltre accusando Currò di aver “commesso azioni illegali avendo firmato emendamenti per interventi locali con la legge di stabilità 2014“.

La domanda sorge spontanea: Come mai il movimento dei puri e degli onesti non ha denunciato un illecito avvenuto un anno fa per mano di un suo esponente?

Come mai la denuncia (su Fb) avviene solo ora a dimissioni avvenute?

Leggiamo le altre dichiarazioni di De Lorenzis riferite all’ormai ex collega Currò:

DeLorenzis

 

non ha mai compreso la rivoluzione culturale da portare nel paese e MAI condiviso le posizioni politiche di un gruppo nato per mandare a casa TUTTI i partiti.

Se Currò non ha MAI condiviso le posizioni politiche del M5S come mai non è stato allontanato prima?

E dire che il MoVImento non si è mai fatto problemi in tema di espulsioni (come abbiamo visto creando le motivazioni per giustificarle)

Qualcuno lo avvisi che non abbiamo alleanze politiche con la destra in Europa

Questa affermazione è ridicola.

Con chi è in gruppo il MoVimento al Parlamento Europeo?

De Lorenzis non vorrà mica farci credere che Farage ed il suo partito sono di centro o sinistra vero?

come gruppo politico vogliamo non il 51% ma semplicemente governare senza premi incostituzionali

Quindi era un altro MoVImento che urlava a destra e manca che voleva il 51% per governare..

E,badiamo bene,non è la prima volta che DOPO una fuoriuscita o una espulsione qualcuno accusi il “malcapitato” di aver commesso reato in passato.

Ricordiamo le accuse mosse da Paola Carinelli a Massimo Artini

carinelliPinna

 

Insomma,il concetto è abbastanza chiaro.

Finché un Parlamentare fa parte del M5S e non muove critiche è puro,onesto ed eroe della Patria MA:

– Qualora il Parlamentare muovesse critiche a voce troppo alta viene espulso ed in automatico viene accusato di essere “ladro” perchè non rendiconta bene o,ancora più grave,di aver commesso un illecito.

– Qualora il Parlamentare decidesse di abbandonare il MoVImento si ripete il medesimo schema.

L’onestà (ammesso e concesso che le accuse siano fondate) va quindi di moda SOLO quando utile per delegittimare ed infamare un (ormai) ex collega.

Vorrei far notare,perchè per me è un punto fondamentale,il ruolo che hanno Casaleggio Associati,il fantomatico sconosciuto staff e la rendicontazione in questo contesto.

Come ben sappiamo dovere di un esponente 5 stelle di fronte all’elettorato è rendicontare a dovere le spese pena l’espulsione.

Ma cosa succede quando il sito che gestisce la pubblicazione delle suddette rendicontazioni è in mano alla Casaleggio Associati o a chi per lei?

Succede che in automatico il destino di un Parlamentare è in mano ad una entità sconosciuta e spesso irraggiungibile che ha il potere di manipolare e pubblicare o meno la sua rendicontazione SENZA che qualcuno possa garantirne veridicità.

Una gestione per nulla trasparente esattamente come accade per le votazioni sul sacro Blog e che,guarda caso,è una delle critiche mosse dall’ormai ex 5stelle Artini.

Tutto ciò può rivelarsi una formidabile arma e,se vogliamo, anche una forma di ricatto nei confronti dei Parlamentari.

Ti comporti male?Critichi?Io non pubblico la tua rendicontazione o la pubblico in ritardo e ti getto tra le fauci della base aizzata a dovere che poi chiamerò a votare sul mio sistema senza certificazioni esterne.

Guarda caso la Deputata Silvia Benedetti scrive :”il sistema di rendicontazione votato in Assemblea non era quello poi modificato a piacimento da Nuti,il suo collaboratore e Davide Casaleggio” che aggiunge “consiglio caldamente di verificare dalla loro voce se nessuno ha mai avuto conti che non tornavano su quel sistema“.

BenedettiTiREndiconto

E’ grave che la decisione dell’assemblea Parlamentari 5 stelle su come gestire le rendicontazioni venga violata da Nuti,il collaboratore ed il figlio di Casaleggio (rinnovo la domanda,chi l’ha votato?).

Ricordiamo che Nuti (o chi a lui vicino) spinse per l’espulsione del Senatore Campanella spacciando la sfiducia della minoranza del MU per volere del territorio (come riportammo qui).

Non stupisce quindi che ci sia il suo zampino.

Qualcuno si sarà fatto qualche domanda?

Perchè CasaleggioSr e Jr,spalleggiati dal fidato Nuti, bypassano la decisione dell’Assemblea Parlamentare ed impongono il loro sistema?

Come ho scritto un’idea me la sono fatta.

L’onestà e la trasparenza però vanno di moda nel M5S..

P.S. Sottolineare l’esultanza di alcuni esponenti 5 stelle al momento dell’annuncio di dimissioni di Currò non è particolarmente intelligente caro Nik il Nero ma capisco che non si facile da comprendere.

nikilnero