#ParlamentoEuropeo,consultazioni online #M5S:rimarrano con un mucchio di mosche (#tzetze) in mano?

Oggi l’infinitesima percentuale di elettori M5S avente diritto di voto sui server Casaleggio Associati certificati solo da Casaleggio Associati dovrebbe essere chiamata ad esprimersi sul gruppo al quale vorrebbe aderire al Parlamento Europeo.

Ovviamente, al solito, chi gestisce questi strumenti di Democrazia Diretta (da Casaleggio Associati) si sveglia all’ultimo minuto ed a giochi praticamente già fatti.

Come apprendiamo dall’HuffPost si potrà decidere tra i seguenti gruppi:

– Ukip (Farage)
– Verdi
– Ecr
– Alde
– Formazione gruppo autonomo (implica ricerca di altri 8 deputati)
Non do per certa questa opzione,vedremo.

Le Pen pare sia stata esclusa a priori (sia mai che poi possa risultare lei la più votata)

Interessante che, a quanto avrebbe dichiarato lo staff
“I Verdi non faranno parte delle opzioni votabili nel sondaggio sul blog. Da loro nessuna proposta chiara”

Peccato che la proposta dei Verdi sia stata chiarissima,se dalle votazioni risultassero i più votati aprirebbero al dialogo: “Nel caso in cui il referendum sulla collocazione degli eletti del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo esprima una maggioranza a favore dei Verdi siamo aperti al dialogo”
Cos’altro avrebbero dovuto dire dopo l’apertura di Grillo esclusivamente a Farage e gli insulti a loro destinati?
Per quanto mi riguarda sono stati fin troppo gentili.

Ma la lista dei “papabili” si assottiglia ancor di più e dopo l’esclusione dei Verdi dovrebbe arrivare quella dell’Alde che ha esplicitamente escluso qualsiasi ipotesi di alleanza come riportato nel suo comunicato:

“ALDE considers the seven conditions, corresponding to M5S manifesto for the European elections, as completely incompatible with our own pro-European political programme as well as inconsistent in so far as it seeks to exit Italy from the Eurozone whilst, at the same time, introducing Eurobonds.”

Chi rimane quindi?
Ukip,Ecr e costituzione gruppo autonomo (?).

La terza possibilità che,secondo il mio modesto parere, sarebbe stata quella più interessante per la base del M5S (N.B. parlo della base,non dei Vertici) è però sempre più utopistica visti i tempi risicati.
Probabilmente se le contrattazioni per recuperare gli 8 Deputati necessari per costituire un Gruppo fossero state avviate immediatamente dopo le elezioni a qualcosa si sarebbe potuti arrivare ma così agli sgoccioli e soprattutto dopo l’apertura di Grillo solo a Farage è difficile che si possa concretizzare.

Sappiamo inoltre che lo stesso Ukip rischia di non riuscire a costituire un gruppo.

Insomma, il M5S nonostante dichiari che aprirà il PE come una scatoletta di tonno, rischia sempre più di contare sempre meno.

I Vertici,ossia Grillo e famiglia Casaleggio, nella frenesia di unirsi a Farage avviando le trattative solo con lui probabilmente rimarranno con un pugno di mosche (tze tze) in mano così come i loro elettori.

E dire che, in nome della famosissima Democrazia Diretta e trasparenza 5 stelle, sarebbe bastato avviare le consultazioni on line IMMEDIATAMENTE dopo le elezioni e poi muoversi di conseguenza.
Ma si sa che a Casaleggiolandia le cose vanno diversamente.

Ne saranno felici gli elettori che,esattamente come accaduto in Italia, vedranno i loro voti buttati alle ortiche.

Urlare al complotto però,statene certi, continuerà ad andare di moda,questo è poco ma sicuro.

Annunci