Ne resterà soltanto uno (aggiornamento sulla composizione dei gruppi m5s in Parlamento)

piccolo specchietto riassuntivo, al netto di dimenticanze e di evoluzioni.

Ad oggi, 1 marzo 2014

SENATO DELLA REPUBBLICA

  • Anitori (dimissioni dal gruppo)
  • Battista (espulso)
  • Bencini (dimissioni da Senatore)*
  • Bignami (dimissioni da Senatore)*
  • Bocchino (espulso)
  • Campanella (espulso)
  • Casaletto (dimissioni da Senatore)*
  • De Pin (dimissioni dal gruppo)
  • Gambaro (espulsa)
  • Mastrangeli (espulso)
  • Mussini (simissioni dal Senato)*
  • Orellana (espulso, dimissioni sal Senato)
  • Romani (dimissioni dal Senato)*

8 parlamentari m5s passati al gruppo misto, 5 hanno presentato dimissioni dal Senato,  più Orellana, anche espulso dal gruppo.

AGGIORNAMENTO 6 MARZO:

*Scomunica a mezzo blogghe dei 5 senatori che avevano annunciato dimissioni dall’ Aula. Tecnicamente, ad oggi gli ex m5s al gruppo misto sono quindi 13

CAMERA DEI DEPUTATI

  • Catalano
  • Furnari
  • Labriola
  • Tacconi
  • Zaccagnini

Tutti dimessi dal gruppo m5s e passati al Gruppo misto.

Ma, mentre si comincia a gettare fango sui parlamentari che hanno annunciato di volersi dimettere dall’ Aula (Sta ridicola ha scritto sulla sua pagina POLITICO. Parassita. Ora dimettiti invece di sputare nel piatto nel quale lautamente hai banchettato e banchetti a sbafo alle spalle degli italiani. Bello eh…. prendere un passaggio a sbafo che ti porta in america e poi scendi e tante grazie…. Parassita. e Ridicola…. ha scritto POLITICO la parassita…. un commento preso dalla pagina facebook di Maria Mussini), il blogghe tace, e Nik il nero puntualizza che comunque le dimissioni da Senatore (che dovrnno essere motivate e votate dall’ AULA, conviene ricordarlo) non comportano automaticamente fuoriuscita dal gruppo

  • Per la cronaca, dare le dimissioni da Senatore non significa passare in un altro gruppo politico, è semplicemente la volontà di un Senatore di tornare a casa. Non è scontato che siano accettate ma nel caso fossero accettate, subentrerebbe un altro portavoce del 5stelle. Per adesso chi ha manifestato tale intenzione, ha dichiarato che se non saranno accettate le dimissioni rimarrà nel M5S e farà il suo lavoro come ha sempre fatto. Non capisco perchè le stronzate scritte dai giornali riescano ancora a convincere qualcuno.

Mi chiedo, come faranno (ho preso Mussini, ma analoghe dimostrazioni di stima si possono leggere sulle pagine di tutti i dimissionandi) a fare il loro lavoro se già considerati estranei al partito ed infangati nei social media? BOH… nel m5s tutto è possibile.

Fino al prossimo giro di espulsionarie, ovviamente.

PS: invito i lettori a segnalare eventuali errori/aggiornamenti alla lista.Aggiorneremo il post.

Annunci