impeachment: 2 balle e 1/2

È su tante bacheche di “cittadini” eletti, il blogghe lo ha proposto un paio di volte. Eppure dietro questo cartello ci sono un po’ di cose che perfino io, che non ho un giorno di studi giuridici alle spalle, ho capito essere balle.

Immagine

1- Ha firmato leggi incostituzionali (1/2 balla)

 

Vero, solo che si ignora il “limite relativo alla promulgazione” (articolo 74 della ostituzione ) che prevede che “il Presidente può rinviare alle Camere una legge per una nuova deliberazione, ma deve comunque promulgare alla successiva deliberazione del Parlamento.” E nei casi in oggetto la maggioranza parlamentare dei proponenti era talmente certa che rinviare avrebbe avuto poco senso. Senza dimenticare che senza la promulgazione non si sarebbe potuta investire la Corte Costituzionale dell’analisi delle leggi in oggetto. Consulta che infatti ha bocciato il Lodo Alfano e Consulta che ha più volte accettato i ricorsi dei tribunali in cui Berlusconi si era appellato al “legittimo Impedimento” per non presenziare alle udienze cui era obbligato.

Ovviamente tutto ciò viene ignorato dai grillini, che obiettano che il Presidente della Repubblica formato Gaia deve bloccare alla fonte le leggi incostituzionali. Quando è palese lo fa già, quando la certezza non è assoluta, come spiegato, promulga la legge, e poi, dopo ricorso ci pensa la Corte Costituzionale. Su Gaia quindi il PdR dovrebbe assorbire il ruolo della Consulta? O affidarsi ad essa ad ogni legge che gli passa sotto gli occhi?

2 – Firma decreti che… (balla)

 

Ancora una volta i grillini fanno finta (spero) di non sapere che “il Presidente della Repubblica non deve promulgare atti che non siano leggi” (limite assoluto), che i decreti legge sono atti del Governo, e non del Quirinale (che infatti ha uno strumento apposito). Che, anche fosse, dato il carattere di urgenza dei DL non avrebbe senso vagliarli come le leggi ordinarie. Non a caso i DL hanno durata limitata a 60 giorni e vengono, ove occorra, convertiti in leggi, quindi ricadono nel caso precedente. Su Gaia poi il PdR garantisce che il Parlamento lavori per promulgare leggi, cosa che non è. Il Parlamento legifera, ma la promulgazione è del Presidente della Repubblica. Lo prevede la Costituzione (articolo 73) Le leggi sono promulgate dal Presidente della Repubblica entro un mese dall’approvazione. Il Parlamento, e nel caso dei DL il Governo, approva.

 

3 – Ha preteso ed ottenuto la distruzione delle telefonate (balla)

 

Balla, e pure grossolana. Checchè ne dica Travaglio, non è stato preteso un bel niente. Le intercettazioni, poi erano già state dichiarate penalmente irrilevanti dal Tribunale e, come previsto dalla Legge le parti ne avevano preso visione. Il Presidente della Repubblica ha chiesto alla Corte Costituzionale se intercettare, seppur indirettamente (era l’utenza di Mancino ad essere sotto controllo) il Presidente della Repubblica violava o meno l’articolo 90 della Costituzione, che poi è lo stesso cui si appellano i krikri per questo impeachment più mediatico che altro. Ma per loro il PdR agisce secondo norme di trasparenza (di fatto, allora negando ai diarchi del m5s eventuale elezione al Quirinale…) e pretende che le telefonate “se utili al Processo” (quindi non queste, almeno a sentire il tribunale) siano pubblicate. Pubblicate? Magari “messe agli atti”, non pubblicate.
Mi parrebbe di pensare che questo appunto sia stato scritto da Travaglio, che sulle intercettazioni e pubblicazioni (alcune indebite) di atti processuali ha costruito un’intera carriera. Vedremo se farà lo stesso con quelli di Grillo…

 

Ma, annuncia il cartello, “vi sembra abbastanza? E questo non è tutto”. Francamente me lo auguro per loro, perchè se l’atto politico più delicato dell’ ordinamento Repubblicano si basa su presupposti che perfino un cazzone come il sottoscritto smonta in 5 minuti… Non vado a leggermi il resto, starò a vedere da fuori le reazioni inconsulte quando (perchè sarà certamente così) la commissione per la messa in stato d’ accusa rigetterà l’istanza per palese inconsistenza.
E ciò nonostante l’invito al mail bombing da parte del blogghe perchè (dicono) “vogliamo sapere”. Beh, sappiate almeno le basi della Costituzione. Magari evitando di andare sui tetti, che poi si rischia l’insolazione.

Annunci