giorno 347 – bilancio di fine anno

Ci stiamo approssimando alla fine dell’ anno, ormai l’autunno è passato (con buona pace di chi prevedeva, per l’ennesima volta il fallimento dell’ Italia. guerra civile ed altre disgrazie). Tra qualche giorno ci sarà il messaggio del PRESIDENTE (ormai lo ha ammesso su twitter) del m5s disponibile, previa pubblicità sul suo blogghe, tra una pubblicità di banca ed un’altra di casinò on line (ma, diranno i puristi che le pubblicità non dipendono dalla volontà dei gestori del blogghe…).

Ma anche questa ennesima ammissione (come quando disse che il blogghe non condivide i guadagni con il partito) finirà presto dimenticata. Perchè ci sarà un altro giornalista da attaccare perchè ha criticato il m5s, in alternativa si otrà attaccare De Benedetti perchè ha risposto a Grillo sulla web tax (che non è ciò che ci vuole far credere Messora, una tassa che colpirà l’utanza). O, in subordine, c’è sempre una fotografia dell’ Aula del Senato vuota (qualcuno insult di ciò la solita Boldrini che “non interviene”, come se il Presidente della Camera avesse potere di precettare i membri del Senato. Logica grillina), un’intervento di parlamentari non grillini da strumentalizzare tagliandoli ad arte (meglio se di una donna, così sfoghiamo i soliti bassi istinti), Osanna da sciorinare a quelli dei propri idoli (pare che il prossimo intervento di Di Battista sarà “Siete caldi? ànchio…  ” tanto basta sapere che esiste per scaldare i cuoricini del suo pubblico. A maggior ragione ora che si dice che Justin Beaber si ritira).

Siamo verso la fine dell’anno, dicevamo. E’ ora di tracciare un bilancio del peso politico dei grillini in questa legislatura. Beh. Facciamolo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Finito.

Annunci