giorno 342 – il giornalista del (buon)giorno

E senza un minimo di ritegno continua la messa all’indice dei giornalisti sgraditi a Grillo. Questa volta tocca a Massimo Gramellini, vicedirettore di “La Stampa”, ospite fisso nella trasmissione “che tempo che fa” e redattore della rubrica “il buongiorno”, da cui ho preso ispirazione per questo post.

Ma andiamo per ordine, e cominciamo quindi da tuttaltro.

Ieri sulla sua pagina facebook, Vito Crimi scriveva (ma, dato il tenore medio dei commenti, facilmente darà la colpa al solito portaborse)

Ricordo infine che è stato possibile cacciare via dal parlamento un pregiudicato in coincidenza con il nostro arrivo e grazie alla nostra ric iesta di voto palese, e non è certo una coincidenza.

Ovviamente dimenticando, come abbiamo più volte detto, che la “cacciata” è in virtù di una legge del Governo Monti, il relatore in Commissione era di SEL, il voto palese si è avuto votando la relazione di un parlamentare del PD assieme allo stesso PD, Sel e Scelta Civica. La coincidenza è che nonostante gli fosse già stato contestato, Crimi (dirà il collaboratore) rischia di mandare tutto in vacca con un post su facebook mentre sarebbe dovuto essere in “conclave”…

Ancora una volta il m5s si intesta esclusività su questioni, al limite, condivise. E, dati i numeri in Parlamento, nei fatti OGNI singola questione (atto ispettivo, legge, emendamento), senza la condivisione di altri partiti non verrà MAI approvata.

Particolare che si omette sistematicamente, perchè bisogna mettere il cappello su più cose possibile, dalla lotta NOTAV/MUOS… ai verbali desecretati di Schiavone, tutto ciò che capita di buono è merito grillino, e solo loro. In Commissione passa un emendamento grillino sul voto di scambio, con parere favorevole del Governo ed all’unanimità? MERITO DI GIARRUSSO… Anche se è una battaglia che Libera e Gruppo Abele portano avanti da anni, raccogliendo 350 mila firme e facendo pressioni (LOBBISTIII!!!1!!1!uno!!!) su Governi e Parlamenti….

E, dato che mi limito agli ultimi giorni, mi fermo e torno a Gramellini.
Capita che nello scorso Week end, ospite di Fabio Fazio, abbia il coraggio di dire…

La Camera approva un emendamento folle che toglie fondi alle Regioni e ai Comuni che combattono il gioco d’azzardo. Nembo Kid Renzi è subito intervenuto, questa settimana sembrava un portiere: parava tutti gli autogol. Ha ordinato a tutti i parlamentari di mettere rimedio alla porcata e l’emendamento è stato cancellato.

Che, è facile notare, è una ironica critica al caotico andazzo di una norma e di un partito, il cui segretario (definirlo Nembo Kid in quel modo è palesemente ironico) si sbatte negli ultimi giorni per “parare tutti gli autogol” (non mi pare un complimento al PD)… Onde riuscirci.

Beh, che ci crediate o no, questa frase ha messo Gramellini nell’indice dei “cattivi”. Il blogghe sostiene, infatti, che

Il polverone mediatico sollevato grazie al M5S ha costretto Renzie a intervenire e il pd ha messo una toppa dopo 3 giorni, non subito come propaganda Gramellini in diretta televisiva. Gramellini è riuscito a non citare il M5S parlando della battaglia contro le lobby del gioco d’azzardo, emersa in questa legislatura solo grazie ai cittadini del M5S in Parlamento dopo anni di silenzio omertoso dei partiti, tra cui il pdexmenoelle che neppure qualche mese fa ha votato contro la mozione M5S che cancellava il condono di svariati miliardi di euro ai signori delle slot.

E tanto basta. Non ha parlato del m5s ed allora va messo all’indice. Peccato che stesse parlando di altro, non della legge, ma di Renzi e del PD….
Ovviamente i krikri, tutori della Costituzione (ad esclusione di alcuni articoli, in questo caso il 21, che nemmeno la Taverna conosce) oltre a sfogare il loro astio, debitamente pilotato, sui canali del blogghe, calano in massa sulla pagina social de “il buongiorno” e continuano la loro opera, accusando Gramellini di essere prezzolato e colluso(e quando mai…), che “La Stampa” campa di contributi pubblici (a parte che è falso, l’episodio non è avvenuto sul quotidiano torinese, ma in tv), che Fazio e la rai (insulti a piacere….)

Il culmine poi si raggiunge quando gli postano un articolo di SCANZI (si, proprio lui) che, ripetendo di fatto la tesi poi ripresa dal blogghe, si dimostra, a detta di chi lo linka, libero ed indipendente… “prendi esempio”…. E viene voglie di cappottarsi dalle risate….

Infine un piccolo episodio che dimostra come il grillino intenda la comunicazione sul web (premesso che il thread continua per un paio di commenti, sempre sullo stesso stile)

Image

E Gramellini dovrebbe prendere lezioni di deontologia e seguire i consigli di cotal Sergio?

Annunci