giorno 335 – Il blogghe è giù. Il merdone, per fortuna no ;)

Niente, proprio non la vogliono capire….

Leggo che prosegue la campagna di fango. Questa volta all’indice (e non è la prima volta, ma prima era una “proscrizione” informale) che il “giornalista del giorno è PG Battista. Purtroppo non riesco a caricare la pagina e leggere le motivazioni. Evidentemente i server grillini sono giù. Probabilmente domani daranno la colpa al solito hacker….

Perchè se c’è una cosa che i grillini non riescono proprio a fare è

SCUSARSI

Sia per gli errori che per gli inconvenienti.

Non si scuserà lo staff per il down del sito, così come non si è scusato NUTI per aver pubblicato estratti di verbali contenenti dati sensibili di moglie e figlia di Faraone (che lo ha denunciato, a quanto è dato di sapere). Anzi, con orgoglio rivendica di rinunciare all’immunità parlamentare. A parte che non esiste l’istituo della “rinuncia” all’immunità (al massimo potrà, se rinviato a giudizio, chiedere alla Camera di autorizzare il processo), ad oggi il gesto è il solito annuncio. E comunque il danno è fatto. L’indirizzo è stato pubblicato e la preoccupazione di quelle donne è legittima (la figlia è minore, danno doppio).

Ma i grillini si confermano campioni di mirrorclimbing e giustificano il loro “eroe” con il fatto che comunque quei verbali erano pubblici. Pubblici si, non di dominio pubblico. E lo sanno tutti che quando si pubblicano documenti con dati sensibili, questi vanno criptati (anche nel caso di documenti audio vengono “beepati”). E comunque la domanda che mi faccio a questo punto è

SE non c’è nulla di male a pubblicare quelle pagine, prchè atto pubblico

PERCHE’ LO HA RIMOSSO SUBITO, RIPUBBLICANDO LE STESSE CARTE CON I DATI “NERETTATI”?

Ovviamente domanda retorica, che non avrà risposta. Anche perchè i grillini rosicans oggi hanno da metabolizzare l’approvazione da parte del CdM del decreto che abolisce gradualmente (fino al 2016) il finanziamento pubblico ai partiti, sostituendolo con altro regime. Si è iniziato con il blogghe che accusava (con il solito slogan “lettamente”) che è una promessa già fatta, per finire con Di Maio che accusa che il DL ricalca (vero, lo ha detto anche il Presidente del Consiglio) il testo già approvato dalla Camera. Aspettiamo che il blogghe torni online per sapere altro. Senza la loro guida spirituale i krikri rischiano figuracce….

Come quella di chi (sono in tanti, il solito post virale, copincollato a capocchia) scrive

art. 12 comma 4.
Al contributo del 2 per mille sono destinati:
7,75 milioni nel 2014
9,6 milioni nel 2015
27,7 milioni nel 2016
45,1 milioni dal 2017 in poi.
Quindi il fatto stesso che si devono iscrivere queste somme al bilancio e trovargli una copertura significa che sono soldi pubblici

Pecacto solo che non è così. Ovviamente. Quelli sono i tetti massimi (ed incrementano perchè parallelamente diminuiscono i finanziamenti con il sistema attuale), e non ci sarà nessuna copertura aggiuntiva. Inoltre questo 2/000 è assolutamente volontario e si può anche non darlo (al contrario dell’8/000, che viene comunque detratto, anche a chi non esprime scelta). Ed in questo caso resterà allo Stato.

PS: altra lezione di democrazia da parte del PD. Cuperlo ha sciolto la riserva e domenica sarà investito della carica di Presidente. Si è scanato con Renzi fino alle primarie, ora lavoreranno assieme nell’interesse unico del Partito. Quando capiterà qualcosa del genere nel m5s?

EDIT: Il blogghe torna “up”, leggo su Battista:

Battista non ha riportato (non sapeva? non voleva? non poteva?) che l’unica forza politica che ha rinunciato ai “rimborsi” (per 42 milioni di euro) è stato il M5S.

non vi viene il dubbio che, conoscendo la ormai famosa (ma non a voi) legge 96/12 non è che non potesse, semplicemente non lo ha fato perchè NON E’ VERO?

Annunci