giorno 211.2 – E niente, ci hai tentato, ma il buco non si tura con la sputazza.

se sei nella merd fino al collo l’ultima cosa che vorresti è che chi ti sta vicinofaccia l’onda. Se poi è chi ti ci ha gettato, ancora peggio…

In risposta alla polemica sull’uscita casalgrillina, lo staff del blogghe precisa.

Qualche precisazione sul metodo di relazione tra eletti, iscritti e elettori del M5S per la formulazione di nuove leggi.
1. L’eletto portavoce ha come compito l’attuazione del Programma del M5S
2. In caso di nuove leggi di rilevanza sociale non previste dal Programma, come può essere l’abolizione del reato di clandestinità, queste devono essere prima discusse in assemblea dai proponenti e quindi proposte all’approvazione del M5S attraverso il blog
3. In caso di approvazione, i nuovi punti saranno inseriti nel Programma che sarà sottoposto agli elettori nella successiva consultazione elettorale

E non risolve, anzi complica la faccenda….Ancora ho nelle orecchie lorSignori che si vantavano di avere un programma SNELLO e CONDIVISO (forse su Fb, ma non importa). Inutile chiedere gli atti da cui fosse scaturito, ed altrettanto inutile evidenziare la presenza di lacune macroscopiche. E’ così e così deve essere, altro che i tomoni degli altri partiti…

Ora il percorso proposto prevede che

1-Ogni decisione del Parlamentare al di fuori di quelle poche cartelle, di fatto sia da ritenersi per loro illegittima
2-Chi nota un buco su questioni di “rilevanza sociale” (ambiguo, e non poco) lo segnala. Dove, come? L’Assemblea è dei Parlamentari, quindi la base? Discusse sul blog? Idem… La tanto annunciata piattaforma “non c’è e non l’avrete mai”, nel post che presentava il “sistema operativo”. Quindi la base prenderà meramente atto, ed il tema verrà inserito, se approvato, nel programma per

3-le successive elezioni

Quindi la proposta ufficialmente

NON ESISTE

E’ e sarà solo un calcolo elettoralistico. Intanto gli altri partiti continueranno a lavorare, ed il m5s inserirà proposte abrogative e poco altro. Posizione interessante, precisazioni doverose.

E se, si dovesse (dio ce ne scampi) avere il fantomatico 51%? Una volta svolto il temino ci si gira i pollici? E se capita un’emergenza? Una calamità naturale? “scusate terremotati, ma non possiamo stanziare i fondi perchè non lo abbiamo inserito nel Progrmma, ma alle prossime elezioni ce lo mettiamo….”

I vecchi dicevano che non si chiude la stalla dopo che le mandrie sono scappate. Qui mi sa che ormai è scappato anche il portone.

PS: buon silenzio stampa, cari “cittadini”, personlmente mi auguro che questo baillamme non sia il solito fuoco di paglia, anche se probabilmente domani sarà tutto passato. Nel qual caso garantisco che rinfaccerò ad ogni occasione.

Annunci

One thought on “giorno 211.2 – E niente, ci hai tentato, ma il buco non si tura con la sputazza.

  1. Pingback: INCREDIBILE: grillo e casaleggio ammetto di essere i signori e padroni del M5S | laVoceIdealista

I commenti sono chiusi.