Casaleggio, Battista e la mail inventata dai Media

Nei giorni scorsi il Cittadino Battista ha rilasciato una intervista che ha adirato non poco una parte del MoVImento.

Durante l’intervento a Matrix Battista dice: “ Abbiamo un responsabile della comunicazione, Claudio Messora, che mette dei post contro dei parlamentari del Movimento. Non mi sembra una cosa normale. In qualsiasi altra azienda avrebbe ricevuto una lettera di richiamo o un licenziamento per giusta causa.” E non risparmia neanche Beppe Grillo: “In caso di crisi di governo l’alternativa potrebbe essere un governo di scopo, composto da persone di altissimo livello della societa’ civile, che metta mano alla riforma elettorale. Non si puo’ tornare al voto con il Porcellum, come sostiene Grillo”

Dichiarazione che il Cittadino aveva già fatto a Giornalettismo “ Perché è un dipendente del gruppo parlamentare e deve rispondere al gruppo parlamentare. Non può nascondersi dietro il fatto che è stato indicato da Gianroberto Casaleggio. Non può fare delle azioni contro i parlamentari. Non può esprimersi in quel modo. Se fosse stato in una azienda avrebbe già ricevuto una lettera di richiamo.”

Passa poco tempo e il Messaggero riporta di una ipotetica mail inviata da Casaleggio ai responsabili del gruppo Friuli Venezia Giulia, attraverso la quale il Guru richiamerebbe all’ ordine e chiederebbe una presa di posizione. Mail che ovviamente Casaleggio nega subito di aver inviato attraverso questa smentita: “Alcune testate riportano una mia mail segreta. Non ho mai inviato mail segrete. Fate informazione se vi riesce”.

 

Ma andiamo a leggerci il verbale di assemblea del Meet Up in questione del 16/09/2013

Ecco i punti salienti sul “Caso Battista”:

R.: Lunedì con Valeria abbiamo richiesto una riunione. Mercoledì Casaleggio chiama Patuanelli (fondatore del meetup Trieste dal 2005, attualmente consigliere comunale 5 stelle a Trieste) per sollecitare una presa di posizione minacciando di non riconoscere più il M5s FVG che Patuanelli riporta ai consiglieri regionali. Patuanelli manda una mail dicendo che Casaleggio sollecita una risposta da lui scritta. Frattolin fa girare la mail tagliando l’introduzione dove si parla di Casaleggio

B.: Se Casaleggio mi chiama e mi dice di prendere posizione io mi rifiuto. Noi non dobbiamo essere ricattabili. Se mi sento ricattato devo dimettermi.

T.: ribadisce quello che ha detto Bellomo, ma l’errore di Battista è un errore anche nostro. Loro devono portare le discussioni da noi e noi lo dobbiamo pretendere. Anch’io non tollero l’interferenza di Casaleggio.

T.: Abbiamo sbagliato entrambi. Se ci fossimo interfacciati di più avremmo capito i problemi che vivono a Roma. Esempio, due deputati si sono lamentati della carenza di personale e quando hanno richiesto quanti soldi hanno in cassa sono stati presi di mira con minacce. Se noi cediamo ai ricatti di Casaleggio possiamo anche fare a meno di eleggere i parlamentari. Perché il consigliere regionale non ci ha convocato quando è venuta fuori la cosa di Casaleggio?

P.: se all’inizio è stata subita la pressione di Casaleggio alla fine è stata presa la decisione giusta sul metodo da seguire.

Qui il verbale per intero http://www.meetup.com/pordenone5stelle/messages/boards/thread/24023692/80#109039482

Quindi, Casaleggio nega di aver spedito una mail ma le dichiarazioni riportate da verbale sono chiare, bisogna che il gruppo FVG prenda subito una posizione chiara sul caso Battista pena il disconoscimento. In tutto questo Battista era all’estero in missione.

Sarebbe inoltre interessante approfondire il discorso dei due deputati che pare abbiano ricevuto minacce per aver chiesto quanti soldi hanno in cassa. Immagino che si parli di soldi nostri,di noi contribuenti, parliamo magari dei fondi per la comunicazione dei gruppi gestita da Casaleggio? Sono ipotesi queste ovviamente..

Ps. Ringraziamo Battista per la sua chiarezza quando dice “In qualsiasi altra azienda….”, bene, noi lo pensiamo da tempo che il m5s sia un’azienda con a capo Grillo e Casaleggio, evidentemente non siamo gli unici.

 

Annunci

One thought on “Casaleggio, Battista e la mail inventata dai Media

  1. Pingback: Espulsione 4 Senatori #M5S: #Grillo parla di sfiducia dal territorio ma… | ilmerdone quotidiano

I commenti sono chiusi.