Commissione si, Commissione no.

Andando a sbirciare nella Relazione della I Commissione Permanente (Affari Costituzionali,della Presidenza del Consiglio e Interni) sul Disegno di Legge Costituzionale (insomma parliamo della proposta di riforma del Governo,quella che la Senatrice Simeoni ha dato prova di non conoscere come riportato in un precedente articolo) si apprende che :

“Sul testo trasmesso dal Senato sono stati presentati dai gruppi 122 emendamenti, compresi gli articoli aggiuntivi (di cui 89 del gruppo Movimento 5 Stelle, 18 del gruppo Sinistra Ecologia Libertà e 15 del gruppo Lega Nord e Autonomie). A seguito delle determinazioni della Conferenza dei Presidenti di gruppo riunitasi venerdì 26 luglio – la quale ha deciso, all’unanimità, di rinviare ad oggi l’inizio della discussione in Assemblea del disegno di legge costituzionale – l’ufficio di presidenza, integrato dai rappresentanti dei gruppi, della Commissione ha organizzato i lavori e la Commissione ha iniziato l’esame degli emendamenti, che si è svolto, in sedute antimeridiane, pomeridiane e notturne, nelle giornate di martedì scorso (30 luglio) e di ieri (mercoledì 31 luglio). Alle sedute ha sempre partecipato il Governo, nelle persone del Ministro per le riforme costituzionali, Gaetano Quagliariello, e del sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio Sesa Amici. Il dibattito interno alla Commissione è stato articolato e approfondito – addirittura proficuo – tanto da consentire il chiarimento, anche per il relatore, di talune criticità.
L’esame degli emendamenti è proseguito distesamente e senza limitazioni. La presidenza, attesa la delicatezza del provvedimento, ha consentito di intervenire a tutti quelli che ne hanno fatto richiesta, permettendo anche più interventi dello stesso deputato sul medesimo emendamento.

 Nella seduta notturna di martedì (30 luglio) il gruppo del Movimento 5 Stelle ha autonomamente deciso di abbandonare l’aula della Commissione e di non partecipare quindi all’esame degli emendamenti, che è proseguito nello stesso clima di collaborazione che si era formato in precedenza. Nella giornata di ieri, il gruppo del Movimento 5 Stelle ha poi comunicato alla presidenza il ritiro di tutti gli emendamenti sottoscritti da deputati del gruppo non ancora posti in votazione. 
Nella seduta notturna di ieri, la Commissione ha quindi conferito il mandato al relatore di riferire sul provvedimento in senso favorevole.

 

Quindi,cerchiamo di capire,i Cittadini 5 stelle hanno volutamente deciso di rinunciare alla possibilità di discutere i loro emendamenti in Commissione?  Parliamo di quelle Commissioni che per settimane hanno richiesto perchè strumento della Democrazia? L’altro ieri sono saliti sul tetto, ora apprendiamo che il 30 luglio se ne sono semplicemente andati, abbandonando i lavori in corso. Evidentemente non ci credono tanto neanche loro a questa crociata 5 stelle contro questo DDL. Buono a sapersi.

 

Link al testo intero http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/schedela/apriTelecomando_wai.asp?codice=17PDL0008310

Un grazie a C.M.

Annunci