giorno 167 – gli incerti del mestiere (o il mestiere di Incerti)

Matteo Incerti. Scrive di lui su twitter: Giornalista free lance per radio, blog, quotidiani, magazine. Amo scrivere romanzi storici basati su vicende reali ed incredibili.

Un po’ come su wikipedia dove non compare, se non per un lemma a suo nome (ovviamente presupponendo che non si tratti di un’omonimia) cancellato perchè non ritenuto meritevole.

Ora, vincitore della lotteria grillina, nello staff di Casaleggio che gestisce, con soldi pubblici, la comunicazione del gruppo per il Senato. O meglio detta per conto di Casaleggio la linea che i parlamentari, fottendosene dell’articolo 67 della Costituzione, devono TASSATIVAMENTE seguire.

Oggi scrive sul blogghe (e noi gli rispondiamo):

Contano solo i fatti

In politica come nella vita, dopo le “speranze”, alla fine contano solo i fatti.

[Appunto, vogliamo parlare del contributo fattivo del m5s in 6 mesi di Parlamento? Dai, parliamone…]

20 Aprile 2013: i parlamentari del Pd non votano né Prodi (fondatore del Pd e dell’Ulivo e l’unico ad aver sconfitto Berlusconi nelle urne due volte) e nemmeno Rodotà (costituzionalista di sinistra e non del Movimento 5 Stelle) come presidente della Repubblica. Preferiscono rieleggere l’88enne Giorgio Napolitano insieme a Berlusconi.

[Facciamo chiarezza. Rodotà non era un nome condiviso, per espresso desiderio del m5s che non si è mai voluto sedere ad un tavolo, nonostante il PD li avesse invitati più volte. All’inizio pretendevano lo streaming. Concesso. Poi un incontro aperto. Concesso. Poi che chiunque avesse diritto di parola a prescindere dal suo ruolo… Una fettina di culo? Ma erano i tempi del “non siamo a Ballarò”, E quindi è iniziata la patetica cantilena RO DO TA’ RO DO TA’, che, in mancanza di condivisione politica era PALESE che non avrebbe portato ad altro che un nome differente da parte del PD. Che, proponendo Prodi vi ha di fatto STANATI. Anche Prodi era uno dei candidati grillini delle quirinarie, i voti pentastellati avrebbero compensato quelli mancati dal PD. Perchè non lo avete votato, anche se parte della vostra base lo avrebbe voluto PdR? Perchè, semplicemente non lo avete proposto voi (RO DO TA’). E perchè avete chiuso ad ogni possibilità di confrontarvi sul nome del giurista? Perchè il m5s non discute, ma impone… Su Napolitano meglio che non parlate, perchè nemmeno lui voleva sciorinarsi altri 7 anni, aveva già iniziato il trasloco. E se non aveste avuto quell’atteggiamento infantile e presuntuoso forse a quest’ora sarebbe un “emerito” Senatore a vita. Ma vi sareste persi mesi e mesi di insulti dal blogghe. Quindi, ben venga l’ottuagenario…]

29 maggio 2013: Alla Camera il Pd insieme al Pdl vota contro la mozione Giacchetti (Pd) per abolire il porcellum e tornare alla legge elettorale precedente (voto a favore solo da parte di Movimento 5 Stelle e Sel). Nello stesso giorno il Senato boccia la mozione del Movimento 5 Stelle che propone strumenti di democrazia diretta tramite referendum, leggi popolari discusse obbligatoriamente, la riduzione dei parlamentari e dei consiglieri regionali, l’ abolizione delle Province, l’elezione diretta dei candidati, l’ineleggibilità per i condannati ed il limite di due mandati.

[Ovviamente il fatto che la Cassazione abbia espresso anche su quella legge forti rilievi di costituzionalità vi è del tutto indifferente. La bocciatura di una mozione, poi, è del tutto irrilevante (come si sa, a parte i grillini), una mozione è un atto di indirizzo NON VINCOLANTE. E se non vi hanno steso tappeti rossi è colpa, di nuovo, del vostro atteggiamento che vi ha portati all’ opposizione (eteroimposta) con numeri che vi avrebbero permesso di entrare a far parte fondamentale di un Governo. Ma assumersi responsabilità è più difficile che gridare “siete tutti morti” ed altre oscenità. E meno redditizio in termini di clic. ]

8 agosto 2013: In Senato il Pd insieme al Pdl vota “no” alla richiesta di esame d’urgenza della legge elettorale “Parlamento Pulito” proposta dal M5S (sulla base della legge popolare del 2007 mai discussa in tutti questi anni. ). La proposta conteneva anche l’elezione diretta da parte dei cittadini dei candidato a Camera e Senato.

[Sulla legge elettorale poco da dire. E’ vero che nel suo complesso non è mai stata discussa, ma -ad esempio- la legge Severino ne recepisce alcune parti. Per il resto ci potrà pensare la discussione sulla nuova legge, in modifica ed in recepimento dei rilievi di Cassazione e (verosimilmente) Corte Costituzionale. La legge elettorale è un qualcosa “un pochino” delicata… ]

Questi i fatti, ai quali potremmo aggiungere il voto contrario del Pd sulle mozioni contro gli F35, per istituire il reddito di cittadinanza, per tagliare l’Irap e l’Imu sulla prima casa, per abolire il finanziamento pubblico ai partiti.

[Anche in questo caso si confondono le mozioni parlamentari con i DdL. Confusione voluta, per far intendere agli elettori che il m5s è boicottato dai partiti. ]

In questo Parlamento, non per colpa dei parlamentari del M5S, non esiste una maggioranza parlamentare per cambiare in senso democratico la legge elettorale esistente contro la quale il M5S si è sempre battuto.

[Tanto da far affermare a Grillo, dalle sue parole, in video, di voler andare al voto con quella attuale, potenzialmente incostituzionale. La Maggioranza, tranquilli, c’è, solo che a voi, ovviamente non piace, e ovviamente non vi piacerà quello che fanno gli altri, a prescindere. Altrimenti non sareste grillini.]

Il Pd(menoelle) la finisca di dare la colpa ad altri per quello che non ha mai fatto in 8 anni e neanche in questi 5 mesi. Se le “speranze” non si tramutano mai in fatti, si tratta solo di prese in giro per i cittadini.

[Ma infatti non mi pare che il PD vi stia dando più colpe di quante OBBIETTIVAMENTE ne abbiate, Le “speranze” che 8,7 milioni di cittadini avevano riposto in voi non si sono tramutate in fatti perchè qualcuno ha deciso che voi non dovevate farlo. E tanti cittadini, presi in giro da Grillo e Casaleggio, se ne sono accorti. Alla prima chiamata, infatti, vi hanno bastonati pesantemente alle elezioni. E poco importa se, settimane dopo, Casaleggio ha detto che era calcolato e voluto. La volpe e l’uva è una favola ben nota…]

Infine, il senso di tale articolo? Francamente incomprensibile, se non nella solita ottica di fomentare astio contro il PD, che da solo non poteva governare, con il m5s neppure (per esplicita volontà dei “megafoni”) e che, per senso di responsabilità politica ha trovato un accordo meno fragile di quanto sembri con la terza forza elettorale di febbraio. Pur senza pagarne dazio, dimissioni di Segretario e Presidente, frattura interna in una fase precongressuale accelerata e quant’altro.

Ovviamente su facebook (dove l’articolo viene lanciato nel solito modo un po’ misterioso “Se vi chiedono cosa conta di più nella vita…

Rispondete questo “) i grillini dimostrano di non capire una mazza e commentano a casaccio. Ma, finchè insultano gli altri non importa. D’altra parte la mission è quella.

Post Scriptum. Mentre finivo questo pezzo, il blogghe parla di Siria. Ovviamente prende le parti di Assad…

Ne cito solo un brano, e non tornerò (come ho fatto sull’ Egitto) sull’argomento, perchè esula dalla mia comprensione. Almeno IO ho l’onestà di ammetterlo, senza esprimere, come il grillino di turno, giudizi sommari.

Ora però la situazione si è fatta grave, perché un gran numero di civili, bambini in particolare, sono stati uccisi dal gas nervino che solo i mercenari, i tagliagole, i ribelli, bene armati e foraggiati attraverso mille triangolazioni dagli Stati Uniti possono aver diffuso. Quale interesse avrebbe avuto il governo siriano ad ammazzare civili, se non guadagnarsi impopolarità? Quindi sono stati gli Stati Uniti a fornire ai tagliagole questo gas letale. Le televisioni fanno di tutto con la loro informazione assassina per confondere le idee alla gente, quando la situazione invece è estremamente semplice, e non rimane che sperare sui deputati e senatori del Movimento 5 Stelle che in Terza e in Quarta Commissione di Camera e Senato possono far sentire la loro voce, anche se ben difficilmente poi sarà portata all’esterno. La situazione, torno a dire, è di estrema gravità e il presidente degli Stati Uniti Barak Obama, premio Nobel per la Pace – ridicolo! – questo nero, come ho detto altre volte, ben felice di servire l’uomo bianco, ha detto che questa è l’ora delle decisioni. Una frase identica a quella pronunciata il 10 giugno del 1940 in piazza Venezia da Benito Mussolini, con le conseguenze, relative, che sono giunte, dopo una avventura terrificante.

Annunci