giorno 166 – triste…

Ricapitoliamo, il Governo Letta non ha fatto nulla, dicono. Ma il “decreto del fare” sta entrando a regime, la prima casa, salvo distinguo, è impignorabile, le multe pagate entro i primi 5 giorni riceverano uno sconto, le PPAA stanno iniziando a pagare i debiti nei confronti dei cittadino. E questi sono solo gliaspetti più mediatici (il decreto è più complesso, ovviamente). Quindi proprio nulla è un falso. Magari poco, magari non ha (ancora) accontentato tutti, ma per i grillini (al limite) poco equivale a nulla.

Però, come alcuni chiedono a chi non li sostiene, bisogna prendere atti che almeno, sulla prima casa, qualcosa di affine ai punti programmatici del m5s si è realizzato. E perfino lo sblocco dei fondi per i crediti dei cittadini nei confronti degli enti pubblici. O no?

Ovviamente no. Sulla prima casa non si dice nulla, ma sui rapporti stato/pmi?

Si comincia a dare ossigeno ai cittadini che haoo lavorato e vantano crediti, non è una cosa buona? Non lo chiedevate, in mezzo a tutto il pastrocchio del vostro programma? Certo, ma -dato che lo hanno fatto gli altri non va bene. A presscindere. Proprio come in FVG con il taglio ai costi della politica cui avete negato il voto favolrevole perchè “ci hanno copiato”. Il titolo è stato perfino sul Fato Quotidiano. Poi, ovviamente, gli strali di chissà chi e poche ore dopo modificato.

Quindi non è “cosa” si fa, ma “chi”. Un po’ come la querelle al limite del patetico sul porcellum che la base vuole abolire, i “cittadini eletti” pure, poi Grillo dice che vuole cambiarlo lui (dopo essere andati al voto con questo meccanismo) ed allora la base continua a non volerlo, ma i parlamentari (sintomatico Sibilia, tanto per cambiare) cominciano a cambiare idea.

Voglio esserne convinto al punto di aver anche accettato il consiglio di Andrea Scanzi che ci proponeva di spingere verso l’obiettivo della nuova legge elettorale anche ad esecutivo decaduto.

e poi nello stesso post

C’è Beppe che ancora una volta con un suo post(*) rimette le cose in ordine con una lettura spietata dei FATTI. Allora rifletto meglio anche io e vi invito a guardare questo video che mi è arrivato in uno dei vostri tanti messaggi

Quindi Sibilia legge Scanzi e capisce che la legge va cambiata a tutti i costi, poi però Grillo rimette tutto in ordine…

Logicissimo.

COme l’imprenditore che oggi si lamente perchè il saldo dei suoi crediti non computa i costi che ha dovuto sotenere per l’incasso bancario delle fatture. Avrebbe anche ragione, ma “piuttosto che niente, meglio piuttosto”, o no? Dice che di fatto di 441 mila euro che gli verranno versati 271 se li è potenzialmente giocati in interessi bancari per 6 anni. Quindi diventano 170. E, se si aggiunge che ha lavorato al ribasso del 25%…
La domanda che si pone è

Secondo voi è sostenibile lavorare in questo modo ?

L’ironia vorrebbe che gli si rispondesse che se fa questa manfrina per 500 euro (si noti, non 500 mila!) non credo che come imprenditore valga poi molto, perchè se è vero quello che dice

Ecco un esempio pratico e documentato di come le imprese finanziano il nostro stato e di come questi ritardati pagamenti possano mettere in difficoltà serie un azienda

Serie difficoltà? Dai, facciamoci il favore, non esageriamo a prescindere, tanto per fare la solita tempesta in un bicchier d’acqua. 500 euro potrebbero essere determinanti per un pensionato, per una famiglia, ma non per mettere in difficoltà SERIE un’azienda.

E non è cinismo, perchè se l’azienda è in difficoltà, di certo non è per colpa esclusiva di quei soldi, peraltro di 6 anni fa. Solo che leggere commenti “poi vedi che la gente si suicida” sotto notizie del genere è francamente risibile.

Ma fa share per il blogghe, ed infatti probbilmete l’appello accorato dell’imprenditore avrà incassato la cifra che lo stesso avanza dallo Stato, interessi compresi. Il M5S ha messo a segno l’ennesima vittoria. Solo che Grillo non credo li verserà nelle casse di quell’azienda che, provocatoriamente, non fornirà più servizi alle pubbliche amministrazioni.

Ma resta la tristezza delblogghe che, in mancanza d’altro, pubblica “notizie” del genere facendo del vero e proprio terrorismo psicolocico. La maggiorparte di quelli che commentano non avranno nemmeno notato che la cifra è irrisoria, che la polemica è sterile. Basta fare casino… E casino si farà. Anzi, si sta già facendo (ma sempre e solo da una tastiera).

 

Annunci