1933-2013

Nel 1933 Hitler divenne Cancelliere della Germania. Venne eletto democraticamente, nessun colpo di stato, niente marcia su Berlino per intenderci. In  quel momento tutti i partiti pensavano di poter gestire il caporale austriaco e la sua corte dei miracoli. In fondo vice cancelliere era Von Papen leader del centro cristiano, amico del presidente Hindenburg, che chiaramente avrebbe bilanciato il potere del caporale. Per l’esercito e una parte della borghesia meglio Hitler che la sinistra al potere, e bisogna ammettere che l’uomo si vendeva bene: nelle piazze si insultavano i partiti , tutti, ma negli incontri privati era un’altra musica. Le SA servivano per tenere sotto pressione le strade, ma nello stesso tempo si facevano grandi promesse all’esercito e si creavano le SS, molto più piccole ma molto più efficenti. Hitler non nascose mai le sue intenzioni, stuzzicava l’anima più nascosta dei tedeschi, le sue accuse al trattato di Versailles avevano un fondo di verità, come tutti i demagoghi sapeva raccontare bellissime storie, dove la colpa non era mai della Germania o dei tedeschi ma dei partiti, traditori della patria, degli ebrei ,a cui non veniva riconosciuto il loro essere tedeschi di religione ebraica, bensì stranieri sfruttatori. Per chi conosce la storia tutto questo ha delle strane analogie con un movimento italiano degli ultimi anni. Del resto dopo la lettura dell’intervista dello scrittore di fantascienza Bruce Sterling a Casaleggio la sensazione di un nuovo nazismo nascente era molto forte. Non so se Sterling si renda pienamente conto di cosa ha descritto: un uomo schivo, vegetariano,non amante del denaro,che rinuncerebbe a tutto pur di vivere in un mondo bucolico. Quest’uomo è convinto che tutti non vogliono denaro ma tempo libero, niente televisione ,perchè è morta. I partiti? Morti, incapaci di capire il nuovo che avanza.Il futuro è internet, e una democrazia da rete. Va bene, c’è un piccolo problema di dati, ma si rimedierà. Questo signore ormai maturo ma con dei bei capelli grigi(Sterling è pelato?)non vuole niente ,ma ha solo delle visioni per il futuro.Grillo è un oratore che non è a caccia di cariche pubbliche. Poi arriviamo al massimo : Casaleggio=Mazzini  Grillo=Garibaldi, secondo Sterling manca solo Cavour in parlamento,la fantascienza ogni tanto è delirio.Ma il problema non è Sterling in sè,dimostra soltanto un’ignoranza abissale, ma è la compiacenza del duo Casaleggio-Grillo. Casaleggio è il Goebbels,l’uomo che parla di internet e come usarlo per la rivoluzione, l’uomo che quando si è presentato alle elezioni con Forza Italia ha preso 4 voti,forse 6, per cui ha dei conti da regolare.Grillo è l’uomo che urla, che si è visto rifiutare la tessera del pd

, per cui deve vendicarsi anche lui. Sterling è uno scrittore texano con poco senso storico, purtroppo quelli che seguono il movimento sono ancora più ignoranti, sono le SA da tastiera, sto aspettando con terrore le SS ,e quelle sono molto più pericolose. E’ arrivato il momento che i partiti si sveglino, con certa gente non si tratta, niente offerte, facciamo una legge elettorale nuova, e poi politicamente nemici come prima, ma non si tratta con i nazisti del nuovo millennio, chi saranno i nuovi ebrei stavolta? Niente scuse per nessuno, non ci si può far ricattare ed insultare, questi metodi li abbiamo già visti…….

Annunci