giorno 143 – Almeno se ne stessero zitti…

Ora, com ‘è questa storia?
Come sua abitudine il criceto ha fatto presente direttamente ai due “vip” della delegazione grillina in Kazakhstan i dubbi sul fatto che siano colà a spese del contribuente. Scansata l’ovvia dose di insulti e minacce da parte dei loro fedelissimi, oggi controlliamo le die pagine per scoprire che sia Di Battista che Sibilia sono intervenuti nelle discussioni.
Spiegano la vicenda? Altro che.. NO.

Il grande interrogastivo di Sibilia è infatti altro:

Immagine

Che bastava usare il suo cellulare per saperlo, dato che oltre a fare i filmati per lo streaming magari ancora l’orologio ce l’ha. E poi, scusa, “siamo andati in tv con questa esclusiva” che vuol dire? A parte ceh è falso (negli ultimi due giorni su rainews è andato più volte in onda, ad ogni edizione, il servizio girato in loco, quello si, in esclusiva. E comunque il vostro non era in tv, ma sul sito, sempre commerciale di Beppe Grillo.
Senza dimenticare che voi, parlamentari, non siete in KazaKhstan per cercare un’esclusiva giornalistica, ma per cercare di chiarire una vicenda che con il passare del tempo si fa sempre più intricata. O no? E delle obiezioni sul fatto che siate la’ a spese nostre? Ovviamente nulla.

Al grillino (grazie, Stefano M. Che dal “dato il permesso” ad usare i soldi pubblici ai tuoi omini, ma non sei titolato a farlo, nonostante il tuo lavoro, che si compone anche di insultare uno per uno chi obietta alla linea ufficiale del tuo padrone) interessa di sapere solo la versione dei parlamentari, che è ovviamente di parte, che è ovviamente quella che getta più discredito sull’ Italia. Che è quella che rende più difficile il lavoro della diplomazia che ha si fatto degli errori, ma sta cercando di risolverli.
Perchè non andare anche in Francia a cercare di capire la reale posizione del banchiere dissidente? Perchè non chiedere anche in Inghilterra dove da rifugiato è diventato latitante per truffa? No, quello non importa, come nemmeno il fatto che la signora girava con un passaporto che le autorità dicono essere falsificato. Al grillino interessa, perchè lo ha detto su “lacosa”, che le pagine doppie le ha aggiunte quancuno in Italia…

Il tutto introdotto dallo stesso Sibilia in questo modo…

L’incontro di oggi di noi Parlamentari del Movimento 5 Stelle con Alma Shalabayeva credo sia una delle pietre miliari che mostra come sarà la politica e l’informazione del futuro. Un gesto del genere non fa uno, ma cento passi avanti verso la PACE, verso la tutela dei DIRITTI UMANI, verso la GIUSTIZIA, verso la corretta gestione dei rapporti tra le NAZIONI. Cosa che il nostro Governo ha dimostrato non essere in grado di fare. Azioni COME la nostra cambiano il paese, cambiano il MONDO! Eppure non servono milioni di euro. Ho collegato il mio buon vecchio telefonino alla presa di corrente, i parenti di Alma ci hanno fornito la password per usare la loro rete wifi e finalmente tutta l’ITALIA ha potuto conoscere l’altra parte della verità. Un altro punto dei nostri ha dimostrato la sua forza e concretezza ancora una volta. Internet, LA RETE, cambierà il mondo. Siamo rimbalzati in tutto il pianeta, ma io vi do il mio link di riferimento che è quello che ci accompagna dall’inizio di questa avventura [link al blogghe] Stay tuned!

Che è uno spottone pubblicitario, una specie di marchetta, al limite giornalistico, ma di politico non dice nulla. Anzi, tolti i toni euforici da ragazzino in gita ed un po’ di romanticismo nel sapere che i parenti di Alma vi hanno concesso la password per il wifi, dimostra come NON si fa politica. Sytay tuned e fate il contrario.

Il suo “socio” Di Battista, che non si fa mai mancare l’occasione di un viaggio, invece interviene in maniera più politica, ma gli esiti non sono poi migliori…

Ci siamo organizzati, abbiamo trovato i partners nella logistica, abbiamo fatto tutto in modo trasparente. Siamo partiti ieri, direttamente da Montecitorio. Siamo arrivati stamattina ad Almaty, abbiamo coordinato il tutto e abbiamo incontrato Alma e sua figlia. Abbiamo fatto lo streaming con lei. Lo streaming, una roba sensazionale! Per la prima volta Alma ha raccontato, senza intermediari, senza timore, tutto quello che le e’ successo. Ora come Parlamentari abbiamo il dovere di costruire azioni politiche sulla base dei contenuti che abbiamo raccolto oggi (e che continueremo a raccogliere nei prossimi giorni). Il dato certo e’ che i deputati del M5S sono stati i primi, e ad oggi, i soli, Parlamentari della Repubblica Italiana che hanno incontrato Alma. In Aula tutti sembravano interessati al caso, poi, dopo la mozione al “Ministro a sua insaputa” Alfano (grazie PD per non averla votata!) l’interesse e’ scemato. Ma lo scandalo resta, il discredito resta, la vergogna di un pezzo dello Stato resta. Noi siamo partiti per rimettere il caso al centro dell’interesse collettivo (e ci siamo riusciti, oggi tutti i giornali hanno parlato della cosa) e per ridare un minimo di prestigio al nostro Paese. L’Italia, quella vera, e’ diversa da quella che ti rapisce di notte e ti deporta in un altro Paese violando il diritto internazionale!

p.s. il PD in aula ha detto “salviamo Alfano ma seguiamo attentamente il caso”. Bene PD dove sei? Il PD si dimentica dei diritti umani, complimenti!

E questa volta, per par condicio interna, il link è al Fatto Quotidiano… Solita bugia (Alma ha parlato con giornalisti della carta stampata, della televisione ed i “filtri” li ha messi lei, dicendo a rainews di sentirsi spiata, di sospettare che la sua villa sia piena di microfoni). Poi il solito, immancabile, attacco alla classe politica non grillina, tanto per dimostrare che la missione è per conto di Grillo, non di certo del Paese.

Nessuna risposta alle obiezioni sulla Missione, ovviamente, ma a chi gli fa notare che ci sono dei problemi pressanti anche dal punto di vista dei diritti umani in Italia (commento che il blogghe ha respinto più volte a detta dell’autore, sedicente certificato…), risponde

Immagine

Quindi non si fa la gara, ma si sceglie quello mediaticamente più utile. No, Dibba, il discredito lo sta gettando anche il vostro atteggiamento, perchè un richiedente asilo di Lampedusa ha gli stessi (e forse di più) diritti della moglie di un oligarca milionario dalla dubbia vita. E non è certo per la vicenda Kazaka che le aziende si allontanano dal Paese. Sono pronto a scommettere che ” a Settembre ci sarà uno Shock economico che porterà a scontri nelle piazze” allontana più turisti ed aziende di questa, seppur triste, vicenda. Altrimenti anche la Francia da domani patirà gli stessi problemi, dato che il marito di Alma patirà verosimilmente le stesse problematiche…

Chiudo dicendo che la “missione” grillina è stata diffusa nelle edizioni della sera dei principali telegiornali. Missione compiuta, visibilità garantita. Complimenti. Ma martedì sono sicuro, tornerete a casa a bullarvi di essere stati gli unici, di essere i più belli, ma se Alma dovesse mai tornare in Italia non lo dovrà certo a voi, ma al lavoro di Farnesina ed ambasciate…
La prossima settimana, dove la organizziamo la gita? Stiamo aspettando.

Annunci