giorno 140 – l’arroganza andrà al potere.

Una delle caratteristiche della persona intelligente è quella di avere il coraggio di scusarsi quando sbaglia. Francamente, pur non volendo mettere in dubio le capacità intellettive del m5s, questa è una caratteristica che proprio loro non hanno.
Di ieri, infatti, un post che riporta le parole del capogruppo Nuti alla Camera, che ricostruisce, a modo suo, uno scenario di recente passato ed imminente futuro:

“Le presidenze di RAI e Copasir sarebbero spettate al MoVimento 5 Stelle, ma maggioranza e improvvisate minoranze tanto fecero e tanto dissero che si presero il Copasir. Ora succede lo stesso per le nomine del Consiglio di Presidenza della Giustizia Amministrativa (che riguarda anche TAR e Consiglio di Stato), della Corte dei Conti e del Consiglio di Giustizia Tributaria. Pesi massimi che gestiscono 4 milioni di euro solo di incarichi. Secondo la legge, il Parlamento nomina quattro componenti per ogni organo, due alla Camera e due al Senato. Prassi storica vuole che si faccia a metà tra maggioranza e opposizione. Ma stavolta c’è il M5S, e non sia mai che ottenga i sei componenti cui avrebbe diritto. Fanno di tutto per mettere nell’angolo la forza politica di opposizione, garanzia democratica votata da 9 milioni di cittadini.” Riccardo Nuti, capogruppo M5S Camera.

Ora, onorevole Capogruppo, a che titolo voi e solo voi vi arrogate il diritto postumo su Copasir e Vigilanza? La solita teoria del complotto sulle minoranze improvvisate, che sottende il fatto che SEL e Lega siano entrate in coalizioni di maggioranza per poi andare all’ Opposizione. Secondo i grillini è stata una manovra studiata a tavolino per far fuori i grillini.

MA

Ora, non vorrei tornare sulla solita polemica, ma mi ci infilate a forza. Hai voglia a dire che voi viaggiate da soli, ma in uno scenario non più bipolare, un’alleanza tra due delle tre era matematicamente obbligatoria, e quando vi è stata servita l’oportunità di essere una delle due la avete resa al mittente. PD e PdL, non proprio d’amore e d’accordo (e staremo a vedere, probabilmente oggi pomeriggio) hanno compiuto un gesto di portata storica, dando vita ad un Governo di Coalizione, e le forze di minoranza all’interno delle rispettive coalizioni, che non lo condividevano, non hanno votato la Fiducia all’ Esecutivo. Quindi sono andati all’ opposizione.
Più che ineccepibile, ma non per i grillini, che addirittura ebbero falsamente a dire che senza le coalizioni loro risultano unico partito legittimato a Governare.
Che non sia così è dimostrabile semplicemente leggendo i dati del Viminale, ma anche in questo caso, evidentemente, sono dati falsi (come quelli Inail sulle morti bianche e tutto quello non smaccatamente a loro favore).
Ora, in virtù di (testuale) Prassi storica (il significato di Prassi ve lo cercate su un qualsiasi dizionario) continuano a vantare diritti sul Consiglio di Presidenza della Giustizia Amministrativa.
E d’ufficio arrivano le considerazioni.

– Iniziare un dibattito in questo modo, facilmente porterà, numeri alla mano a fare la solita figura barbin, ma la risposta sarà la solita… è un complotto ordito ai danni dei grillini, per mantenete i privilegi della casta.

– IN questi mesi cosa avete fatto, onorevoli Cittadini per dimostrare che i pregiudizi sul vostro conto erano tali? Poco o nulla, e chiamare “costruzionismo” una tattica dilatoria quanto inutile (e degna di anni passati, altro che modernità) quello ceh giornalisticamente è definito “filibustering” non rende onore a chi vi ha dato il voto per cambiare il paese rompendo gli schemi. Schemi che sono tuttaltro che rotti, al contrario di qualche parte del corpo degli italiani che non riportiamo, e qualche sparata di propaganda (tipo i restitution day, che è stato dimostrato aver reso solo spiccioli, benchè messi tutti assieme facciano “cifra”) non vi qualifica automaticamente forza potenzialmente di Governo.
Se poi ci aggiungiamo azioni come quella di PUGLIA che ieri in Aula strappa il Regolamento perchè l’interpretazione grillina (poi dimostrato essere falsa da una ventina di anni) viene messa in discussione dalla Presidenza, come i bambini che “se non mi fai giocare buco il pallone”, alcuni di loro hanno difficoltà pure nel confronto politico, anzi quasi umano, se non tra di loro.
E’ un problema, ed anche piuttosto serio, perchè l’arroganza estrema e sistemica non può essere caratteristica di politica democratica.

 

Non ci si può comportare da bulli, vantarsi di essere i primi della classe (anche quando le pagelle dimostrano il contrario) e trasformare le proprie colpe in complotto…

Non è ne’ maturo, ne’ utile al Paese.

Il post si chiude con un concetto che ne diventa titolo:

9.000.000 di italiani senza rappresentanza

In parte vero, ma non sulla base delle premesse che ne fa Nuti. La rappresentanza degli elettori se la sono giocata i Parlamentari grillini, che nulla fin’ora hanno fatto per dimostrare di essere anche solo l’ombra di quanto promesso, ma continuano a comportarsi come il bulletto di cui sopra.
scendessero dal piedistallo, smettessero di imitare il loro padrone, cominciassero ad analizzare seriamente i problemi del Paese (e non con proposte talmente assurde da sapere prima di portarle in discussione che saranno bocciate, e ci sono molti casi che lo dimostrano.
Forse quei 9 milioni (che poi sono 8.7, ma lasciamo perdere) si sentiranno un po’ più rappresentati, da una forza un po’ meno “costruzionista” ed un po’ più COSTRUTTIVA.

E non mi interessa che sul web il m5s pare avere ancora appeal vicino al mistico. Le dimamiche della Rete sono note, l’esistenza di influencer è acclarata, i commentatori (sia pro che contro) sono sempre le solite decine… e soprattutto le elezioni avvengono ancora “live” e senza streaming.
Ma è il solito complotto per mettere il m5s all’angolo…

Annunci