giorno 139.3 – la politica a costo zero.

Immagine

Ed anche io, ma Grillo no, perchè LUI la politica a costo zero la fa, tanto le spese glele pagano gli attivisti, i palchi sono forniti gratis e montati da volontari (dice), perfino il tour elettorale se lo è fatto facendo il pieno al camper con prosciutti regalati. A parte l’asurdità della cosa, il solo comizio di fine tour è costato un milione di euro (o almeno questo è quello che chiedeva agli attivisti). Non sono costi questi? Anche se è dazione volontaria o prestazione d’opera, è un costo, sant’Iddio, solo il grillino può credere il contrario, ma perchè lo ha letto cliccando sul blogghe. Ed anzi, a riprova di ciò il fatto che i principali casini dei grillini riguardano proprio i soldi. Dall’inchiesta di Report sui guadagni del blog (che è politica) ed il suo rapporto con l’estensione m5s, alla querelle sugli scontrini. Perfino quando il dissenso riguarda questioni più squisitamente politiche la base ci mette di mezzo il problema soldi. Gli epurati sono dei vigliacchi e se ne sono andati per prendersi tutti i soldi…
NO, la politica costa, e per molti (Grillo in prima fila) rende, e non poco.
Ma il discorso si allarga perchè si parla del rapporto con il finanziamento pubblico. Altra leggenda grillina, perchè dicono di aver rifiutato ciò cui non avevano diritto, di aver chiesto di cancellare una rata di cui in realtà hanno chiesto la postposizione. Tutte cose che riguardano i soldi, quindi… vero totem.
Secondo il m5s, infatti, il finanziamento pubblico va abolito del tutto, e subito. Poco importa se è in analisi un provvedimento che gradualmente lo sostituisce con contribuzioni volontarie. C’è di mezzo lo Stato e quindi per i grillini è merda.
Meglio allora che siano lobbies a finanziarla? (che tra l’altro in italia non sono regolamentate, come ad esempio negli USA) Come se, tra l’altro già acade, ma senza il pubblico sarebbe solo loro prerogativa. Altro che crowd founding con gli spiccioli degli attivisti.
Berlusconi disse che avrebbe dimezzato gli stipendi dei suoi, integrandoli di tasca. Beh, lui può permetterselo, come può permettersi spese stratosferiche e sproporzionate perfino se paragonate al contributo pubblico attuale.
Abolendo in toto il finanziamento pubblico ci saranno tanti Berlusconi che, più o meno palesemente controlleranno la vita politica, senza controllo.

Ma il post, francamente, non serve a quello, ovvero aprire un dibattito sul finanziamento alla politica. E’ il solito specchietto per le Allodole per gettare l’esca aspettando che le iene dei commentatori ci si avventino. Infatti a leggere la maggior parte dei commenti ci si arriccia la pelle, e si spera solo che vengano intraprese iniziative serie ed importanti contro il cyberbullismo dei soliti leoni da tastiera.

Uno dei pochi ripetibili…

La boldrini dopo tre mesi e diventata ladra come tutti . Non merita rispetto e considerazione

Gli altri sono addirittura peggio.

Annunci