GRULLO, CHE FAI..MINACCI?

 

Questa volta il Grullo ha fatto le cose in grande. Un post con un suo intervento per spiegarci alcune cose fondamentali. Prima, si trasforma in un metereologo e annuncia che l’autunno è vicino (che poi sarebbe anche la loro stagione..quella dei marroni) poi, indossa i panni di Grillodamus e preannuncia tragedie..finendo con un …L’autunno è vicino. Ripeto: l’autunno è vicino..Dal tono vagamente minaccioso..Grullo, ci dobbiamo forse aspettare un autunno “caldo”?  Un autunno di sommosse…atti di terrorismo…piazze in rivolta?..Se è questo il tuo messaggio, ti dico solo una cosa VAFFANCULO..  In mezzo le solite cazzate, menzogne, falsità, malafede..e riferimenti..vergognosi….altrimenti, non sarebbe il Grullo che conosciamo.. “Ci accusano di fare ostruzionismo, non è vero “..Invece è vero..quello che avete fatto si chiama ostruzionismo, confermato anche da Nuti “abbiamo deciso di porre fine all’ostruzionismo”… paragone vergognoso “è come se uno stupratore dicesse alla donna stuprata..perché ti muovi così? mi fai ostruzionismo)….questo deve essere malato, tutti questi esempi, paragoni, citazioni che hanno a che fare con la violenza sulle donne, i morti, le tragedie…a me fa schifo ogni giorno di più. Continua dicendo che il decreto del fare è inutile, che i loro 8 emendamenti favorivano le famiglie e le PMI..fasità su falsità… Poi, ci dice che la maggioranza e il governo vogliono attentare alla Costituzione.. “gli italiani non sanno nulla dell’art. 138”..ed ecco che lo spiega lui, con la solita malafede, non citando per intero il medesimo articolo..lui dice… “L’articolo 138 impone due votazioni delle camere e un referendum confermativo per modificare la Costituzione”. Insomma.. l’art. 138 recita così…

Le leggi di revisione della Costituzione e le altre leggi costituzionali sono adottate da ciascuna Camera con due successive deliberazioni ad intervallo non minore di tre mesi, e sono approvate a maggioranza assoluta dei componenti di ciascuna Camera nella seconda votazione. Le leggi stesse sono sottoposte a referendum popolare  quando, entro tre mesi dalla loro pubblicazione, ne facciano domanda un quinto dei membri di una Camera o cinquecentomila elettori o cinque Consigli regionali. La legge sottoposta a referendum non è promulgata  se non è approvata dalla maggioranza dei voti validi.

Non si fa luogo a referendum se la legge è stata approvata nella seconda votazione da ciascuna delle Camere a maggioranza di due terzi dei suoi componenti.

Come vedete, c’è una notevole differenza tra la spiegazione offerta dal Grullo e ciò che dice la Costituzione. Il referendum è previsto solo se nella seconda votazione non si raggiungono i 2/3 alla Camera e al Senato.. La cosa assurda è rappresentata dal fatto che la proposta di modifica prevede il referendum anche qualora si raggiungesse il quorum alla Camere e al Senato.In poche parole, ci sarebbe il referendum in ogni caso..altro che italiani penalizzati..tutt’altro.. si tratterebbe solo di diminuire i tempi tra un passaggio e l’altro..invece di tre mesi..45 giorni..per il resto tutto rimarrebbe immutato, anche òla doppia lettura..Però, loro dicono che si tratta di un golpe…Il grullo annuncia che partirà una campagna grillina per informare gli italiani..magari, manderanno l’esperta in materia..Roberta Lombardi….Almeno si ride..

Annunci