giorno 124 – dato che serve per non parlare d’altro…. ne parlano tutto il giorno

Dunque, la teoria sulla questione Calderoli: è colpa del PD che non ha votato Orellana (quello che vive con attico vista Pantheon…) sputtanato da Iolanda Nanni con questa foto

Immagine

che chi segue queste pagine ben conosce. E questo per (forse) chiarire meglio il senso del post precedente in cui si dava le colpe al Governo per averlo eletto… Beh, cari Grillini, Calderoli, a prescindere dal fatto che sia un vicepresidente del Senato, ha fatto un’uscita che forte eufemismo può definire improvvida. E’ Grillo che la prende a sproposito per diimostrare la sua paranoia e gettare un po’ di colpe sul PD. Ma che sia Vice Presidente del Senato non è colpa che si può attribuire al Governo, come spiego alla grillina di turno che dimostra alla sua maniera la solita ignoranza istituzionale.

Immagine

[carissima, non è questione di essere “saputelli del cavolo”, semplicemente le regole dicono altro…]

Ma quando si parla di stranieri, ecco che quelli che vogliono cambiare le regole che non conoscono si moltiplicano…

Immagine

A parte che non è un ministro extra (c’è da supporre sia un maldestro diminutivo per extracomunitario), perchè Cecile Kyenge è Cittadina Italiana, forse il caro grillino non sa che i cittadini extracomunitari NON HANNO DIRITTO DI VOTO POLITICO. Quindi acchiapparsi quali voti?

Infine (?) Se Grillo dice che la questione è uno specchieto per le allodole per nascondere le cose più importanti, perchè riproporlo, declinato in più salse, compresa la mancata solidarietà per le offese che alcune abrebbero ricevuto da un CAFONE al bar della Camera? Perchè oggi, preticamente non si è parlato d’altro a parte un richiamo alla maleducazione istituzionale di un Senatore che si è presentato in Aula con giacca per così dire “fuori ordinanza (realizzata con una bandiera della pace). Il Parlamento necessita anche di una certa forma, il gesto, giustamente rampognato dal Presidente di Turno, fa il paio con le mortadelle, i cappi sventolanti e le altre cafonate che, purtroppo, ogni tanto si vedono. Solo che questa volta, avendolo fatto un grillino, è un gesto eroico e via con la solita retorica di “grandeeeee!!!!!!111!!!!uno!!!!!”.
Così come grandi ed eroici sono quelli che nei giorni scorsi hanno fatto irruzione durante un Consiglio Comunale a Bologna, interrompendolo. Lo riporta Bugani, (che, incidentalmente oltre che reporter di “lacosa” sarebbe anche consigliere comunale proprio a Bologna), solo che Bugani dimentica che quando capitò a PARMA i toni furono altri. Quella volta (quando in streaming c’era la presentazione ad uso del blogghe del bilancio di previsione) chi interrompeva i lavori, non ufficiali trattandosi di una sorta di conferenza stampa (o meglio ancora piazzata di propaganda, le domande venicvano poste in forma scritta e vagliate preventivamente), lo faceva perchè avverso politicamente al m5s… La solita etica monodirezionale ed eterodiretta che ben conosciamo.

Ma il sole non è ancora tramontato, sicuro come la morte che entro stasera ci saranno altri temi per il merdone. Quindi mi sa tanto che è un arrivederci….

 

Annunci