giorno 115 – Spazza-tour… la politica “trash” dei grillini.

Allora, lo abbimo capito, l’altro ieri, pur di non andare da Napolitano, dopo la consueta pantomima catastrofista in salsa grillin, la metà scarsa dei Parlamentari del m5s si è recata a fare una gita visita ispezione Tour nelle “terre dei fuochi” in Campania, per denunciare, francamente per l’ennesima volta (e non solo da parte loro, perchè il problema è noto, purtropo, non solo in Italia, ma nelle sue manifestazioni più spettacolari lo conoscono in tutto il mondo) la questione dei rifiuti in Campania.
Ci siamo già domandati il perchè gli altri parlamentari non vanno in tour come le boy bands, ma compiono ispezioni, più o meno discrete in carceri, OPG ed altri elementi di criticità, mentre i grillini buttano tutto in macchietta chiamandolo “spazza tour”, ma far capire al grillino che dietro anche gesti teoricamente nobili come questo c’è un’abile tentativo di marketing politico sarebbe come far capire all’ultras che il suo attaccante preferito è partito in fuorigioco.

Abbiamo anche fatto notare che il tutto sarebbe, per i grillini, avvenuto “nel silenzio endemico dei media”, postando una foto del tg3 a corredo della denuncia: il problema è noto, e le redazioni dei tg non si fermano perchè c’è andata una, pur ampia, delegazione grillina. E comunque è il solito falso, perchè nel tg3 regionale se n’è parlato, così come in altri organi di informazione. Ma (ad esempio Crimi, sulla sua pagina facebook):

Per fortuna qualcuno ne ha parlato

Scusa, Vito, se il vostro tour non era l’apertura del “daily Mirror”, ma tutti i giorni ne capitano tante, non si può parlare di tutto. E sredo, tra l’altro, che nemmeno siate i primi Parlamentari ad andare a visionare quella zona. Il grillino, comunque, nemmeno stavolta è soddisfatto… “30 secondi di verità devono pure concederla, ogni tanto”, scrive, sempre su facebook, dimostrando che la tattica del “tienili incazzati” è quella giusta per andare a cliccare sul blog e mantenere vivo il sentimento di fedeltà.

Se non ne parlano è uno scandalo, se lo fanno buttala come se sia (polemicamente) una piccola concessione, ed il gioco è fatto.

Abbiamo anche chiesto come mai 70 (lo hanno detto loro) parlamentari vanno in tour, e degli altri, Morra compreso (che era live su “lacosa”), nessuno poteva essere al Quirinale per ottemperare all’incontro chiesto in maniera irrituale, ma lo stesso concesso. D’altra parte nella conferenza stampa dell’assegnone avevate detto che l’incontro era saltato per quel motivo. Poi si guarda in giro per il web e si scoprono le foto di Grillo in Sardegna. No, non nel Sulcis a fianco dei cassintegrati (per quello ha la Serra piangens) della zona, per loro c’è il mitico reddito di cittadinanza, proprio in Costa Smweralda, assieme ai VIP, ed a quella parte di Società che della Crisi semplicemente se ne fotte perchè tanto i soldi li hanno, magari da altre parti.
E si potrebbe credere che siano foto di repertorio, raccattate dalla Casta per screditare il padrone del m5s, solo che il grillino questa volta da’ una mano al “nemico”, gonfiando il petto tronfio di orgoglio e buttando sui social network la foto con il suo dio, con tanto di data e luogo di click…

Dello Spazza-Tour ne abbiamo dette, insomma tante, manca la considerazione che i grillini sono, alla bisogna, contro le discariche E contro gli inceneritori, quindi i rifiuti (falsa la teoria che, ad oggi, si possa produrre a rifiuti Zero) come li tratti? [si aspettano risposte serie e motivate, che dai grillini difficilmente arriveranno…]

MA

Per favore, salvateci dal rito delle foto delle vacanze potevate risparmiarcelo. Invece, a partire dal blogghe e dalla sua propagazione su facebook, è un fiorire di foto, che nemmeno la sposina per le zie di oltreoceano. 5/10 volte, ogni volta uno scatto diverso, ora una strada invasa dal pattume, ora un impianto di trattamento, oltre, ovviamente, la nota immagine presa da rei4 con il campo di stoccaggio delle ecoballe…

Ma già che ci siamo le presentiamo nello stile classico del m5s: cagnara e polemica

Perchè scrivere

E’ una tragedia! La testimonianza dei parlamentari del M5S:

E noi ci saremmo dovuti alleare con i responsabili di tutto questo

Quello che sta vedendo Luigi Di Maio, M5S, vicepresidente della Camera, è orribile, ma reale: [shortlink al blogghe]
Spargete il verbo!

E’ la solita cagnara polemica senza costrutto (perchè, ad esempio, non dire che il problema è determinato anche dalla gestione che la Camorra ha imposto sul ciclo dei rifiuti? NO, è più produttivo buttarla contro l’ inciucio….)

Intanto, però, la tabella di marcia ha subito uno stop imprevisto… nella foga, forse, di fare le foto più belle per poter essere pubblicati sul blog, i grillini hanno saltato una tappa importante, CAIVANO dove è attivo Don Patricello (quello, per capirci, che qualche mese fa ebbe un duro scontro verbale con il Prefetto), prete scomodo per le sue denunce, contro la Camorra e simbolo della lotta alle ingiustizie dell’ area, roghi tossici compresi. I parlamentari si erano dimenticati il pranzo al sacco, e si sono dovuti fermare a mangiare in trattoria.

Poveretti… (o il prete scomodo era troppo scomodo anche per loro?)

Ma il Don non è uno che le manda a dire, infatti, quando i grillini gli comunicano il ritardo, risponde loro:

Noi abbiamo già aspettato abbastanza, siamo qui davanti alla Chiesa da oltre due ore, ci sono tante persone, voi pensate a mangiare. Noi andiamo via, voi andate con Dio.

Che in grillesco si potrebbe riassunere con una parola sola, emblema del m5s…
Ma sul blogghe, ovviamente, non se ne fa menzione.

se non ci credete…

[per la cronaca, in questi giorni, nell’ottica delle discussioni sulla situazione carceraria, all’attenzione del Parlamento, diverse delegazioni stanno visitando le Carceri. “nel silenzio endemico dei media”, e senza fanfare di sorta. Poi riporteranno IN AULA il resoconto, non credo ci saranno le foto delle vacanze in allegato web]

Annunci