giorno 83 – e tanto per cambiare…

Ancora a parlare di informazione: l’improvvido interveto di Laura Castelli di ieri scatena un tale putiferio sul blog di Grillo che quasi quasi il malpensante che non è altro del criceto ritiene che non fosse poi così improvvido.

Riavvolgiamo un attimo, proponendo il testo del passaggio incriminato:

Il maggior quotidiano piemontese, nello stesso giorno in cui annunciava l’arrivo del Ministro dell’interno per decidere l’apertura forzata e forzosa del cantiere della Maddalena, commentava nelle pagine a fianco una grande operazione dei carabinieri del comando di Torino sotto il titolo: «Le mafie minacciano anche le grandi opere». Lo trovo davvero buffo. Io a questi attori sì che darei l’olio di ricino (Applausi dei deputati del gruppo MoVimento 5 Stelle – Commenti dei deputati del gruppo Partito Democratico)

Direttamente dal resoconto stenografico, che Roberta Lombardi pubblica, assieme l video, in due post ben distinti sulla sua pagina facebook. Il tutto per dimostrare che la Castelli in realtà si riferiva alla Mafia cui andava somministrato il purgante fascista. Ma l’analisi logica e quella del periodo non mentono: in Italiano il soggetto del periodo è “il maggior quotidiano piemontese”, che quindi è l’ “attore” cui si augura purga.

Che si tratti di risposta all’altrettanto becero richiamo del leghista

Sicuramente, voi (i grillini, ndr) avreste bisogno di olio di ricino, in modo tale da capire cos’è la realtà dei fatti. Noi, quando eravamo lì, a Bussoleno e a Susa, voi non c’eravate, ma non c’era neanche il PD o SEL, che oggi fa propaganda con l’infrastruttura, che ha riconosciuto nella propria politica, riconoscendo e mandando avanti un’azione politica nelle scorse elezioni a favore della TAV.

non giustifica la Castelli, perchè due storti non diventano un giusto. Becero Allasia, altrettanto la Castelli, anche se fosse (ma in quel caso le consiglio un ripasso di grammatica, il minimo per un Parlamentare, a maggior ragione se autoproclamatesi il meglio del meglio) rivolto alla Mafia.

Significativo in tal senso un commento letto su facebook:

Per i mafiosi la Magistratura, non l’olio di ricino

Ma ormai il danno è fatto, bisogna cercare di recuperare, con il più classico degli espedienti di propaganda: ripetere ossessivamente la propria verità denigrando allo stesso tempo chi da’ l’altra versione dei fatti.

A maggior ragione se si tratta di “Repubblica”, che sul suo sito avrebbe pubblicato un articolo per poi cancellarlo. Ma a TzeTze (credits Casaleggio) non la si fa, ed allora ecco che ti recupera uno screen shot con l’articolo originale grazie all’impegno di loschifo.it. Peccato solo che l’intestazione della pagina fotografata faccia riferimento al BLOG [politica POP, url bracconi.blogautore.repubblica.it]  e non alla testata repubblica.it. Peccato che non sarebbe nemmeno la prima volta che si modifica o elimina un articolo (ne ricordo alcuni su delle clamorose bufale prese per vere) sul web. Peccato che lo faccia (vedi il titolo di ieri del FQ, fatto ammorbidire in ribattuta) anche TzeTze (credits Casaleggio), aggiungendo all’immagine del blog di Bracconi un altro screenshot del “non amico” PG Battista, che poste della notizia. Ma ormai tra Battista e Grillo è guerra aperta e, non contenti, i gestori della pagina facebook grillina, pubblicano altro “hook” direttamente dal blog di Grillo al post intitolato “l’ansia da prestazione”, che continua a ripetere la loro tesi, richiamando a TzeTze (credits Casaleggio).

Ma da domani cambia tutto. Sento dai tg della casta che Fico sarebbe il presidente della Vigilanza. Bush jr. direbbe “mission Accomplished, e sappiamo come è andata a finire…

Da domani si potrà, finalmente, merdonare di altro (a parte Travaglio, che ormai ha inserito il disco “Grillo è bello”, dopo aver finito “Di Pietro è bello”? [non dimentichiamo che il blog di Grillo, come fu quello di IdV è gestito da Casaleggio…]

 

Il Merdone a Becchi, domani verrà ufficializzato il comitato dei 35 esperti/saggi/consulenti che si occuperanno, assieme al Parlamento, di tentare la riforma Costituzionale ad ampio raggio. Non mipare di aver sentito fare il suo nome. Ignoro il motivo.

Annunci